SEGRETARIATO ATTIVITA' ECUMENICHE

gruppo di  Bologna

ASSOCIAZIONE INTERCONFESSIONALE DI LAICHE E LAICI
PER L'ECUMENISMO E IL DIALOGO A PARTIRE DAL DIALOGO EBRAICO-CRISTIANO






In ottemperanza all'ordinanza del Ministro della Salute e del Presidente della Regione Emilia Romagna sull'emergenza da COVID-2019, gli incontri previsti e precedentemente annunciati per il mese di febbraio non si terrranno.

L'8 aprile 2020 alle 21 nella sala parrocchiale dela parrocchia di san Giuseppe Sposo in via Bellinzona 6

padre Alfio Filippi, direttore emerito delle Edizioni Dehoniane

ci illustrerà il

Documento sulla Fratellanza Umana per la pace mondiale e la convivenza comune

firmato ad Abu Dhabi, negli Emirati Arabi Uniti, il 4 febbraio dello scorso anno da papa Francesco e da Ahmed Al-Tayyeb, grande imam dell’università egiziana di Al-Azhar.

Nella sezione GRUPPO BIBLICO INTERCONFESSIONALE -> FILE AUDIO DEL GBI trovate le registrazioni audio dei primi sei incontri tenuti.
Nella sezione DOCUMENTI -> AUDIO E VIDEO trovate la registrazione dell'incontro del 5 febbraio tenuto da p.Alfio Filippi sul Sinodo dell'Amazzonia

Sabato 25 gennaio 2020, nella basilica di san Paolo Maggiore, durante la celebrazione del vespro ecumenico che ha chiuso la Settimana di Preghiera per l'Unità dei Cristiani, otto chiese cristiane di Bologna, firmando la Carta Ecumenica di Bologna, hanno dato vita anche nella nostra città al Consiglio delle Chiese Cristiane.

Il Consiglio è un organismo di coordinamento locale tra le diverse confessioni cristiane che partecipano al cammino ecumenico,

Anche nella nostra città si è finalmente costituito un Consiglio delle Chiese Cristiane, un organismo rappresentativo di una gran parte delle confessioni dei seguaci di Cristo presenti e operanti nel territorio bolognese. Il SAE di Bologna ha fortemente auspicato la nascita e il prendere corpo di questo istituto, ha operato a tal fine con le azioni di alcuni suoi  membri e ha sempre perseguito questo obiettivo.

Grazie,  Maria

La notte  tra il 16 e il 17 gennaio, Maria Vingiani, fondatrice del Segretariato Attività Ecumeniche, ci ha lasciato.   Ha sorpreso tutti e tutte una coincidenza così  evidente! Maria è ritornata nella Patria celeste proprio  alla vigilia della Giornata del dialogo ebraico-cristiano , da lei fortemente voluto, e all'inizio della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani. Sembra un segno!  È un segno.  Ne siamo convinte/i.

Maria  è stata  innanzi tutto una donna di fede autentica, animata da grande volontà,  donna coraggiosa nonché   preparata, che ha ascoltato e si è consegnata all’energia dello Spirito (Ruah)  che l’ha chiamata al Compito che Dio aveva voluto assegnarle: profeta , dunque.  Profeta  dell’Unità dei cristiani e delle cristiane: un’unità concepita non come saldatura in cui si perdono le differenze, ma come  comunione di differenze, dialoganti nello Spirito.  Congiuntamente  a ciò, ma soprattutto inscindibile da ciò,  la nostra fondatrice  ebbe a cuore  la riconciliazione dei rapporti tra ebraismo e cristianesimo. La “pioniera”  Maria  si prodigò con  cura intelligente perché  tale radicamento

Per chi  volesse approfondire l'argomento "Ospitalità Eucaristica’, pubblichiamo nella sezione documenti una scheda e una presentazione che Margherita Ricciuti ci ha inviato dopo l'incontro su questo tema del 4 aprile '19. Nella stessa pagina trovate:

- notizia del foglio di collegamento tra le realtà che desiderano ricevere informazioni su esperienze ed eventi riferiti all’Ospitalità Eucaristica a cui Margherita, socia  SAE  di Torino, e  Pietro Urciuoli, responsabile del gruppo locale SAE Avellino/Salerno hanno dato vita;

- il link al testo dell'introduzione di Paolo Ricca al pomeriggio dedicato a questo tema che si è tenuto, fuori convegno, durante la Sessione estiva del SAE del 2019.

Iscriviti alla nostra newsletter

Vai al sito del SAE nazionale
www.saenotizie.it

sito aggiornato al 25 02 2020